23 Gennaio 2017

UNICO

Il Modello UNICO e' un modello unificato tramite il quale è possibile presentare più dichiarazioni fiscali. Nei singoli modelli sono evidenziate le sigle che individuano le diverse categorie di contribuenti tenuti ad utilizzare il modello di dichiarazione: PF per le persone fisiche, ENC per gli enti non commerciali ed equiparati, SC per le societa' di capitali, enti commerciali ed equiparati, SP per le societa' di persone ed equiparate.

Per le persone decedute la dichiarazione deve essere presentata da uno degli eredi. Sul frontespizio del Modello devono essere indicati il codice fiscale e gli altri dati personali del contribuente deceduto. L'erede deve compilare l'apposito riquadro del frontespizio "Riservato a chi presenta la dichiarazione per altri", secondo le indicazioni fornite nelle istruzioni, e sottoscrivere la dichiarazione.

Come e' composto e come si utilizza il Modello unico Persone Fisiche

Il Modello UNICO Persone Fisiche 2016 comprende la dichiarazione dei redditi e la dichiarazione annuale IVA. 

Il Modello Unico per la dichiarazione dei redditi e' composto da: 

FASCICOLO 1 - e' obbligatorio per tutti i contribuenti ed e' composto dal: 

  • FRONTESPIZIO costituito da tre facciate: la prima con i dati che identificano il dichiarante e l'informativa sulla privacy, la seconda e la terza che contengono informazioni relative al contribuente e alla dichiarazione; 
  • prospetto dei familiari a carico, quadri RA (redditi dei terreni), RB (redditi dei fabbricati), RC (redditi di lavoro dipendente e assimilati), RP (oneri e spese), RN (calcolo dell'IRPEF), RV (addizionali all'IRPEF), CR (crediti d'imposta), RX (compensazioni e rimborsi) e CS (contributo di solidarieta'). 

FASCICOLO 2 - contiene: 

  • i quadri necessari per dichiarare i contributi previdenziali e assistenziali e gli altri redditi da parte dei contribuenti non obbligati alla tenuta delle scritture contabili, nonche' il quadro RW (investimenti all'estero) ed il quadro AC (amministratori di condominio); 
  • le istruzioni per la compilazione della dichiarazione riservata ai soggetti non residenti. 

FASCICOLO 3 - contiene: 

  • i quadri necessari per dichiarare gli altri redditi da parte dei contribuenti obbligati alla tenuta delle scritture contabili; 
  • istruzioni particolari per la compilazione della dichiarazione IVA. 

I contribuenti che hanno percepito solo redditi di lavoro dipendente, terreni o fabbricati, compilano il Fascicolo 1 del Modello unico. I contribuenti tenuti a dichiarare investimenti all'estero e trasferimenti da, per e sull'estero, devono compilare il quadro RW contenuto nel Fascicolo 2. Chi e' tenuto alle comunicazioni come amministratore di condominio, deve compilare il quadro AC contenuto nel Fascicolo 2. I contribuenti che presentano il Mod. 730 che devono dichiarare alcuni redditi di capitale di fonte estera, capital gains e/o investimenti all'estero, devono presentare anche i quadri RM, RT e RW, insieme al frontespizio del Modello UNICO. 

I contribuenti non titolari di partita IVA, possono effettuare i versamenti su modello cartaceo (presso qualsiasi sportello di banche convenzionate, uffici postali, agenti della riscossione), oppure possono adottare le modalita' telematiche di versamento utilizzando i servizi online dell'Agenzia delle Entrate o del sistema bancario e postale. 

Il versamento puo' essere effettuato in contanti o con addebito sul conto corrente bancario o postale:

  • con carte Pago Bancomat, presso gli sportelli abilitati;
  • con carta Postamat, assegni postali, assegni bancari su piazza, assegni circolari e vaglia postali;
  • presso gli uffici postali;
  • con assegni bancari e circolari nelle banche;
  • con assegni circolari e vaglia cambiari, presso gli agenti della riscossione.

Nel caso in cui l'assegno risulti anche solo parzialmente scoperto o comunque non pagabile, il versamento si considera omesso.

Nel compilare la delega F24 si deve tener presente che:

  • gli interessi relativi agli importi a debito rateizzati di ciascuna sezione vanno esposti cumulativamente in un unico rigo all'interno della stessa sezione utilizzando l'apposito codice tributo;
  • in corrispondenza di ciascun rigo, e' possibile compilare soltanto una delle due colonne relativa agli importi a debito e agli importi a credito. Sullo stesso rigo del modello, infatti, puo' comparire un solo importo;
  • l'importo minimo da indicare nel modello relativamente ad ogni singolo codice tributo e' pari a euro 1,03. Tuttavia, non va eseguito alcun versamento se l'importo risultante dalla dichiarazione, riferito alla singola imposta o addizionale, e' inferiore o uguale a 12 euro per le somme dovute a titolo di IRPEF e addizionali regionali e comunali, o se e' inferiore a 10,33 euro per le somme da versare a titolo di IVA

Principali codici tributo

  • 4001: Irpef - Saldo 
  • 4033: Irpef - Acconto prima rata
  • 4034: Irpef - Acconto seconda rata o unica soluzione
  • 1668: Interessi pagamento dilazionato. Importi rateizzabili Sez. Erario
  • 3801: Addizionale regionale
  • 3844: Addizionale comunale - Saldo
  • 3843: Addizionale comunale - Acconto
  • 1842: Cedolare secca locazioni - Saldo 
  • 1840: Cedolare secca locazioni - Acconto prima rata
  • 1841: Cedolare secca locazioni - Acconto seconda rata o unica soluzione
Altro in questa categoria: « Modello 730 IMU-TASI »